27 maggio 2014

Ancilia – Dephasium ed i partner scientifici

Ancilia è un progetto nato dalla partnership fra Tucano e Dephasium.

Dephasium è una società con sede a Parigi e a Londra che coordina la ricerca scientifica per il progetto Ancilia; si occupa del coordinamento di tutti i laboratori e gli enti accademici coinvolti oltre ad essere co-titolare dei brevetti assieme all’Università di Nantes. Dephasium ha sviluppato l’idea di Ancilia a partire da una collaborazione scientifica con lo IETR, il laboratorio di elettronica e telecomunicazioni del CNRS, il Centro nazionale della ricerca scientifica francese. Le équipe scientifiche dei laboratori partner hanno iniziato a lavorare sin dal 2010 su un protocollo di ricerca validato. Per ciascuna tappa dello sviluppo delle cover Ancilia, è stata testata l’efficacia di ogni prototipo, misurando l’energia delle radiazioni che veniva schermata – progressivamente in modo sempre maggiore.

 

I partner scientifici

 

CNRS

Il CNRS, la maggiore organizzazione di ricerca pluridisciplinare in Francia, conduce ricerche nel settore scientifico, tecnologico e societario, coprendo l’insieme dei campi scientifici. Il CNRS agisce in tutti i settori del sapere, appoggiandosi a più di 1.100 unità di ricerca e di servizio.

 

IETR

L’istituto di elettronica e di telecomunicazioni di Rennes è un laboratorio pubblico che raggruppa diverse équipe di ricerca, provenienti da:

• CNRS (INSIS)

• Università di Rennes

• INSA di Rennes

• Supélec campus di Rennes

• Università di Nantes.

 

Polytech’ Nantes

L’obiettivo di Polytech Nantes è l’equilibrio tra ricerca pura e applicata. Il punto di forza dei suoi laboratori è dato dai numerosi contratti di ricerca stipulati con le aziende, specialmente PMI, oltre che dalle importanti collaborazioni a livello europeo ed internazionale.

 

Università di Nantes

Insieme alla società Dephasium, possiede il 50% dei brevetti Ancilia. Ospita i laboratori per i test e la messa a punto dei prodotti Ancilia.

 

 

I test 

Ogni device che emette delle onde elettromagnetiche ha un proprio valore SAR (Specific Absorption Rate) e rappresenta l’indice che misura la quantità di energia veicolata dalle radiofrequenze emesse da un dispositivo come uno smartphone, assorbita dal corpo dell’utilizzatore. Questo produce un aumento innaturale della temperatura nella parte del corpo interessata. I dati relativi al SAR di ogni dispositivo sono riportati obbligatoriamente per legge sui siti dei produttori. Nei test condotti per Ancilia è sempre stato utilizzato uno smartphone a piena potenza e nelle peggiori condizioni possibili, per riprodurre un “caso limite” di utilizzo. I laboratori partner hanno prima misurato la forza di espansione delle onde emesse dal telefono senza la cover Ancilia e poi lo stesso valore con la custodia inserita. I test sono naturalmente relativi al lato della custodia per la quale è attiva la protezione, cioè quello con il logo Ancilia che va rivolto verso la testa o il corpo dell’utilizzatore. Dal confronto dei due valori otteniamo quindi la reale efficacia di Ancilia: in molti casi il livello di decadimento della potenza delle radiazioni raggiunge il 99%. Praticamente, con Ancilia l’irradiazione delle onde elettromagnetiche verso il corpo, si riduce quasi a zero.

Contatti Area Stampa:
CEG Maxicom
Piazza Castello 16
20121 Milano, Italy
+39 02.37072038
milano@cegmaxicom.it
Contatti Tucano:
Leonardo De Santi
desanti@tucano.it
Rita Romano
romano@tucano.it

Immagini Alta Risoluzione